"NEW" SI PUO' RIUTILIZZARE LA MASCHERINA ?

Si può riutilizzare la mascherina?

Visto che scarseggiano, chi è riuscito a comprarne una deve necessariamente utilizzarla più volte anche se le mascherine protettive dovrebbero essere monouso. Ma un aiuto potrebbe arrivare dallo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze, uno dei centri dell'Agenzie Industrie della Difesa, che ha preparato una procedura per la "sanitizzazione delle mascherine" monouso. Il documento di tre pagine stilato dai chimici dell'Esercito - che però chiariscono che si tratta di "una procedura ad uso interno, non ancora approvata" e dunque da non mettere in pratica a casa - indica le "istruzioni d'uso" per sanitizzare le mascherine e poterle così riciclare. Una manovra, si precisa nel comunicato, valida "solo ed esclusivamente nei casi in cui sia valutato applicabile il riutilizzo dei dispositivi di protezioni individuale a seguito di carenza causata dall'emergenza sanitaria da coronavirus". Per disinfettare le mascherine bisogna dotarsi di una "soluzione idroalcolica al 70% in erogatore spray ecologico o altro dispenser".

Poi bisogna seguire una dettagliata serie di passaggi, ricordandosi "che sia la superficie esterna" della maschera che le mani "possono essere contaminate dal virus".

Come 'sanitizzare' le mascherine

Dopo aver lavato accuratamente le mani, togliere la mascherina indossata sul viso utilizzando gli elastici e cercando di evitare di toccarla nella sua parte interna. Poi lavarsi nuovamente le mani, indossare un nuovo paio di guanti monouso o in alternativa sanitizzare le mani con una soluzione idroalcolica al 75-85%. Poi adagiare la mascherina su una superficie precedentemente pulita/sanitizzata con la parte esterna verso l'alto e spruzzare uniformemente la soluzione idroalcoolica al 70% su tutta la superficie compresi gli elastici. Girare la mascherina e ripetere l'operazione. Lasciare agire la soluzione fino a completa evaporazione in un luogo protetto (almeno 30 minuti, il tempo di asciugatura può variare in funzione delle condizioni ambientali).

La potenza della soluzione alcolica al 70%

Dopo l'asciugatura, trascorso il tempo suddetto, la mascherina è sanitizzata, evitare pertanto di contaminarla, soprattutto nella parte interna. In caso di persistenza di odore di alcool si consiglia di lasciare ulteriormente asciugare su di una superficie pulita e sanitizzata, altrimenti riporre la mascherina in una busta di plastica fino al nuovo uso.

"Anche se non è raccomandato il riutilizzo delle mascherine, bisogna considerare che siamo in carenza di questi materiali e anche la loro efficienza dura un certo numero di ore. Quindi, se la si usa solo per andare a fare la spesa, può essere ragionevole riutilizzarla seguendo questa procedura che è corretta", conferma l'infettivologa del Policlinico. "Anche se su questo virus non abbiamo informazioni dirette per analogia con quello della Sars e della Mers si è visto che la soluzione alcolica al 70% deterge e inattiva efficacemente il virus in 30 secondi".

PRODOTTI PROFESSIONALI

LINEA INDUSTRIA/OFFICINE

LINEE CORTESIA E CARRELLI MULTIUSO HOTEL

DETERSIVI ECOLOGICI BIOERMI & BIORO'

PRODOTTI PER LA PULIZIA DELLA CASA

PRODOTTI PER IL BUCATO

PRODOTTI PER LA CURA DELLA PERSONA

LAVAGGIO AUTO

ANTIZANZARE-INSETTICIDI

CONSIGLI

Login
E-Mail:

Password:


Password dimenticata ?
Nuovo account
TASKI SPRINT FORTE ML. 750
TASKI SPRINT FORTE ML. 750
7,70€
6,85€